Una bussola per orientarsi

“Non c’era nessun punto di riferimento: c’era la Terapia Intensiva e casa tua. L’unico punto di contatto tra le cose era un gruppo di medici volontari”.

Gravidanza normale, parto a termine: eppure qualcosa non andava in lui. Il piccolo Matteo aveva mostrato i segni di una malattia cronica che lo avrebbe accompagnato per tutta la sua vita.

Questa è la situazione di una mamma – Luisa – che all’improvviso è diventata caregiver. Si occupa da molti anni, insieme alla sua famiglia, di Matteo per aiutarlo ad affrontare la malattia e a vivere con dignità la sua personale sfida.

All’inizio puoi non conoscere la malattia, le forme di assistenza, gli ausili. Ti trovi in balia degli eventi e non riesci a capire bene ciò che ti serve e nemmeno “cosa” cercare. Per non parlare di Internet, una vastissima e incontrollata fonte di informazioni e preoccupazioni, spesso però unico fedele alleato per orientarsi nel caos della burocrazia.

“Avrò ancora i requisiti per accedere all’iniziativa Regionale di supporto alla disabilità? Come si attiva l’Assistenza Domiciliare Integrata, di chi mi posso fidare? Riuscirò a garantire i presidi e gli ausili necessari alle cure di mio figlio?”

Accesso alle misure economiche e di sostegno, differenze territoriali, burocrazia e termini complessi. Una gestione impegnativa e spesso sfiancante, che toglie tempo prezioso al quotidiano.

“Le informazioni sono frammentate e si fa fatica. Sogno un punto di riferimento unico a cui affidarmi, di volta in volta, per ciò di cui ho bisogno”.

Mentre ci racconta la sua storia, torna spesso una difficoltà: il problema di reperire le corrette informazioni e l’assenza di un supporto burocratico e amministrativo.

“Abbiamo scoperto quasi per caso che la Provincia erogasse fondi per il trasporto disabili”.

Non è facile, nel ruolo di caregiver, ascoltare i propri bisogni e decidere, senza timore, di recuperare del tempo per sé. Per questo Abiqù mette a disposizione i suoi servizi.
Scopri anche tu come iniziare un nuovo percorso personale: prenderti cura di te per poter curare.

Un esempio a cui ispirarsi

Non sta succedendo a me, sarà un errore medico. Poi nel tempo diventa una certezza e tendi a cercare sempre più informazioni e occasioni di confronto. Pian piano l’assistenza è diventata la mia vita.

Una bussola per orientarsi

Non c’era nessun punto di riferimento: c’era la Terapia Intensiva e casa tua. L’unico punto di contatto tra le cose era un gruppo di medici volontari.

Un respiro di sollievo

Mi piaceva andare a nuotare ma sono diversi anni che non vedo una piscina. Devi fare l’ordine delle priorità: non c’era tempo nemmeno per litigare.

Un esempio a cui ispirarsi

Non sta succedendo a me, sarà un errore medico. Poi nel tempo diventa una certezza e tendi a cercare sempre più informazioni e occasioni di confronto. Pian piano l’assistenza è diventata la mia vita.

Una bussola per orientarsi

Non c’era nessun punto di riferimento: c’era la Terapia Intensiva e casa tua. L’unico punto di contatto tra le cose era un gruppo di medici volontari.

Un respiro di sollievo

Mi piaceva andare a nuotare ma sono diversi anni che non vedo una piscina. Devi fare l’ordine delle priorità: non c’era tempo nemmeno per litigare.

Aiutaci a crescere e migliorare

Se anche tu sei un Caregiver, condividi con noi la tua esperienza e aiutaci a costruire i servizi di domani. Raccontaci le tue difficoltà e i tuoi bisogni, siamo qui per ascoltarti e trasformare le tue idee in aiuti concreti per tutti i caregiver.

Richiedi informazioni sui Servizi Abiqù

Presto Attivo!

Il servizio che cerchi non è ancora attivo. Stiamo lavorando per rimediare al più presto! Se vuoi essere informato sull’attivazione dei nuovi servizi lasciaci i tuoi contatti e ti terremo informato.