Un respiro di sollievo

“Mi piaceva andare a nuotare ma sono diversi anni che non vedo una piscina. Devi fare l’ordine delle priorità: non c’era tempo nemmeno per litigare”.

Una patologia cronica, progressiva, invalidante. Per Maria, moglie di Marco e mamma di due figli è stato subito chiaro il messaggio della vita: una sfida da raccogliere con forza e determinazione, a discapito del tempo per sé.

“Inizialmente siamo stati supportati per 8 ore alla settimana da un homecare provider. Dopo alcuni mesi, siamo riusciti ad averne altre 20 aggiuntive. Di notte siamo soli e ci alterniamo a turno con mio figlio grande: mi dà un grande aiuto”.

Le esigenze del paziente divengono importanti e s’impara a relazionarsi con oggetti estranei e pratiche non comuni. Nel tempo riconosci gli allarmi della pompa nutrizionale, diventi pratico con l’igiene, la preparazione e il trasporto del malato in struttura per le visite e la riabilitazione.
La sera ritorni a casa, ti accolgono i soliti imprevisti, la cena, i compiti dei ragazzi. In un attimo è ora di andare a dormire e affiora il rimpianto per una vita normale, ma l’amore per Marco è la vera stella polare che guida e sostiene.

“Quando ho lasciato il lavoro mi sembrava di aver perso l’identità. Anche la famiglia deve poter trovare il suo respiro, staccare e ricaricarsi. Alla fine un po’ ti adatti, anche se ogni tanto sento il desiderio di fare qualcosa per me: andare in vacanza, coltivare una passione”.

Non è facile, nel ruolo di caregiver, ascoltare i propri bisogni e decidere, senza timore, di recuperare del tempo per sé. Per questo Abiqù mette a disposizione i suoi servizi.
Scopri anche tu come iniziare un nuovo percorso personale: prenderti cura di te per poter curare.

Un esempio a cui ispirarsi

Non sta succedendo a me, sarà un errore medico. Poi nel tempo diventa una certezza e tendi a cercare sempre più informazioni e occasioni di confronto. Pian piano l’assistenza è diventata la mia vita.

Una bussola per orientarsi

Non c’era nessun punto di riferimento: c’era la Terapia Intensiva e casa tua. L’unico punto di contatto tra le cose era un gruppo di medici volontari.

Un respiro di sollievo

Mi piaceva andare a nuotare ma sono diversi anni che non vedo una piscina. Devi fare l’ordine delle priorità: non c’era tempo nemmeno per litigare.

Un esempio a cui ispirarsi

Non sta succedendo a me, sarà un errore medico. Poi nel tempo diventa una certezza e tendi a cercare sempre più informazioni e occasioni di confronto. Pian piano l’assistenza è diventata la mia vita.

Una bussola per orientarsi

Non c’era nessun punto di riferimento: c’era la Terapia Intensiva e casa tua. L’unico punto di contatto tra le cose era un gruppo di medici volontari.

Un respiro di sollievo

Mi piaceva andare a nuotare ma sono diversi anni che non vedo una piscina. Devi fare l’ordine delle priorità: non c’era tempo nemmeno per litigare.

Aiutaci a crescere e migliorare

Se anche tu sei un Caregiver, condividi con noi la tua esperienza e aiutaci a costruire i servizi di domani. Raccontaci le tue difficoltà e i tuoi bisogni, siamo qui per ascoltarti e trasformare le tue idee in aiuti concreti per tutti i caregiver.

Richiedi informazioni sui Servizi Abiqù

Presto Attivo!

Il servizio che cerchi non è ancora attivo. Stiamo lavorando per rimediare al più presto! Se vuoi essere informato sull’attivazione dei nuovi servizi lasciaci i tuoi contatti e ti terremo informato.